7. Quali erano i tavoli rotanti?

Era un fenomeno che si diffuse rapidamente in Europa e in altre parti del mondo, dove i tavoli venivano girati, parlati o ballati. I partecipanti si sono seduti intorno a loro, hanno posato le mani sul tavolo e hanno aspettato che si muovesse. I tavoli roteanti non si limitavano a stare su un piede per rispondere alle domande, ma si muovevano in ogni direzione, volteggiati sotto le mani dei ricercatori, ea volte si alzavano nell'aria.


Negli anni dal 1853 al 1855 erano un vero passatempo, essendo quasi un divertimento obbligatorio nelle riunioni sociali. Secondo padre Ventura de Raulica, i tavoli rotanti erano "il più grande evento del secolo". [1] All'inizio hanno trovato solo incredulità, credevano che esistesse una causa puramente fisica, l'elettricità, ma la molteplicità delle esperienze non era più dubbia, l'impulso dato agli oggetti non era solo il risultato di una forza meccanica cieca, c'erano l'intervento di una causa intelligente.


Nel suo lavoro The Spinning Tables and Spiritism Zeus Wantuil spiega che nel 1852 i professori dell'Università di Harward, dopo numerosi esperimenti condotti con la massima scrupolosa attenzione, pubblicarono un celebre Manifesto a sostegno dell'autenticità dei movimenti e dell'elevazione del tavolo, senza per questa sarebbe l'interferenza di qualsiasi agente fisico conosciuto. Furono infatti costretti a riconoscere che c'era la costante manifestazione di una forza intelligente, che sembrava essere indipendente dai vivi. [2]




L'insegnante, quando ha sentito parlare dei banchi di prova, all'inizio non credeva fosse possibile, e disse che avrebbe creduto solo quando avessero dimostrato che era possibile per un tavolo avere un cervello da pensare, nervi da sentire, e che potesse sonnambularsi, vedendo all'inizio , solo una storia per provocare il sonno. [3] Tuttavia, dopo aver assistito alla dimostrazione delle tavole rotanti nel maggio 1855, si dedicò allo studio serio dei fenomeni, dando vita all'elaborazione della Dottrina Spiritica.


L'accuratezza delle risposte e la loro correlazione con le domande hanno causato stupore. L'essere misterioso, interrogato sulla sua natura, dichiarò che era Spirito o Genio, declinò un nome e fornì varie informazioni a riguardo. Nessuno immaginava gli Spiriti come mezzo per spiegare il fenomeno, era proprio il fenomeno che rivelava la parola. Spesso, quando si tratta delle scienze esatte, le ipotesi sono formulate per dare una base al ragionamento, ma questo non è quello che è successo in questa situazione.


Un fatto interessante era anche che il mezzo di corrispondenza era dispendioso in termini di tempo e di disagio, perché qualcuno diceva l'alfabeto ad alta voce e lo Spirito indicava le lettere a colpi nel momento in cui venivano pronunciate, che insieme formavano parole e poi frasi. Lo Spirito, e questa è una nuova circostanza degna di nota, ne indicava un'altra, consigliando l'adattamento di una matita a un cesto o ad un altro oggetto, essendo il consiglio dato simultaneamente in America, Francia e altri paesi. A titolo di esempio, portiamo il consiglio dato a Parigi, il 10 giugno 1853, a uno dei più devoti e fervidi seguaci dello spiritismo, che disse: "Vai a prendere il cesto nella stanza accanto; le legò una matita; mettilo sulla carta; metti le dita sul bordo. "[4]




L'oggetto è semplicemente uno strumento, essendo completamente indifferente alla natura e alla forma, poiché sono considerati solo un'appendice della mano e potrebbero essere messi in moto solo sotto l'influenza di medium, che sono persone dotate di una capacità speciale, vale a dire , sono mezzi o intermedi tra spiriti e uomini. Le manifestazioni viste nelle tavole rotanti sono chiamate manifestazioni fisiche, perché sono tradotte da effetti sensibili, come i rumori, il movimento e lo spostamento di corpi solidi, essendo alcuni spontanei, indipendenti dalla volontà umana, e altri provocati, producendo questi effetti ugualmente su tutti gli altri oggetti.


Il grande scopo di queste manifestazioni è attirare l'attenzione sull'incredulità umana sull'esistenza degli Spiriti, ma può anche essere un avvertimento e persino una richiesta di aiuto.

I medium godono di una forza maggiore o minore, oltre che di effetti, a seconda della loro potenza, per far girare e muovere le tavole, per alzarsi, cadere, saltare, girare con violenza, dare colpi alla trama dell'oggetto, ecc. . È importante distinguere questo fatto dalla forma del tavolo, dalla sostanza che viene prodotta, dal giorno, dall'ora, dal tempo, perché solo il volume conta, nel caso in cui la forza psichica del medium non sia sufficiente per superare la resistenza.


Durante questi fenomeni lo Spirito combina una parte del fluido universale [5] con il fluido animale liberato dal medium, poiché per la sua natura eterea lo Spirito non può agire sulla materia grossolana senza l'aiuto dell'intermediario, che è il medium degli effetti fisici. Poiché questo Spirito anima la materia di una vita fittizia, la satura di liquido temporaneamente, che obbedisce all'impulso dell'intelligenza.




Conoscendo l'importanza del mezzo, vale la pena citare alcuni aspetti. Primo, nel modo in cui il cesto si muove sotto l'influenza del mezzo, dimostrando che è impossibile per il mezzo stampare qualsiasi direzione, specialmente quando due o tre persone mettono le mani sotto il canestro o un altro oggetto, poiché in questa situazione avrebbe bisogno c'è un accordo veramente fenomenale di movimenti e, ancora di più, di pensieri. Secondo, non meno ammirevole e crescente difficoltà è il cambiamento radicale della calligrafia secondo lo Spirito che si manifesta.


In terzo luogo, e come risultato della natura stessa delle risposte, è stato che quasi sempre e soprattutto quando sono state affrontate questioni astratte e scientifiche, le risposte erano notoriamente al di fuori del campo della conoscenza e spesso della portata intellettuale del medium. In quarto luogo, non era insolito che il cesto scrivesse spontaneamente, senza domande, su qualsiasi argomento inatteso, rivelando in certi casi tanta saggezza che potevano emanare solo da un'Intelligenza superiore; frivolo che la ragione rifiuta di ammettere di derivare dalla stessa fonte.


Interrogando l'importanza del fenomeno di Hydesville e delle tavole rotanti per l'emergere dello spiritismo, lo scrittore inglese Arthur Conan Doyle disse di essere stato quello di un'invasione organizzata dalla spiritualità superiore, suscitando coscienze in vista dell'arrivo di un'era Nuovo per l'umanità.


[1] O Consolador. Os fenômenos de Hydesville e as mesas girantes. Disponível em: <https://bit.ly/2odE9I6>. Acesso em: 9 jun. 2018.


[2] WANTUIL, Zeus. As mesas girantes e o Espiritismo. Rio de Janeiro: FEB, [2005?]. p. 11.


[3] KARDEC, Allan. Obras Póstumas. Rio de Janeiro: FEB, 2005. p. 323.


[4] KARDEC, Allan. O Livro dos Espíritos. Introdução. Brasília: FEB, 2013. p. 26.


[5] Sobre o fluido universal, vamos estudar mais detalhadamente nas perguntas subsequentes deste mesmo capítulo.


[6] DOYLE, Arthur Conan. História do Espiritismo. [s.l.]: L. Neilmoris, 2008. p. 12.

2020 © Todos direitos reservados Conhecendo o Espiritismo