Qual è la differenza tra Candomblé, Umbanda, Quimbanda e Spiritismo?

Dato che sono tutti basati sulla comunicabilità con gli spiriti, c'è molta confusione tra di loro. Nella risoluzione della risposta affronteremo quattro aspetti che consideriamo fondamentali per una completa comprensione del tema: origine, scopo, presenza o assenza di rituali e come avviene la pratica religiosa.


candomblé

Origine: portato dagli schiavi dell'Africa alla fine del XVI secolo.

Obiettivo: raggiungere il Divino mediante la guida degli Spiriti. Credono in un solo Dio, ma adorano anche una serie di Orixás, che sono considerati divinità rappresentative della natura, che si prendono cura e bilanciano le energie della nostra esistenza. È una religione musicalmente e culturalmente ricca. Quando arrivò in Brasile, la religione subì dei cambiamenti per eludere la persecuzione cattolica, così ogni Orixá fu associato a un santo della Chiesa cattolica, per fuorviare i gesuiti e continuare il culto.


Rituali: enorme rituale con abiti che rappresentano l'abbigliamento degli Orixás. Esistono varie offerte nella relazione tra l'uomo e la sua Orisha, come l'esecuzione di canzoni o rituali con animali. Si ritiene che l'Orisha utilizzi l'energia e la forza eterea emanata dall'animale, in sintonia con le energie e le intenzioni dell'uomo.


Pratica religiosa: pratica intesa per il bene, senza lavori di ormeggio o qualsiasi cosa possa danneggiare l'altro. Le incorporazioni di Orixas sono praticate da mezzi di queste divinità, tuttavia, non vi è alcuna incorporazione o psicofonia di altri disincarnati. Le consultazioni vengono fatte attraverso il "gioco delle conchiglie". Questi Orixà, come lo comprendono, hanno il potenziale per annullare le energie negative e, da soli, fornire la necessaria armonia e spiritualità agli esseri umani.



umbanda

Origine: deriva anche da religioni afro-brasiliane, ma è nato nel 1908 dal medium Zélio de Moraes, quando incorporò un'entità chiamata "Caboclo das Sete Encruzilhadas". Con l'aiuto di spiriti che si presentavano come ex schiavi (vecchio nero) ed ex indigeni (caboclos) fondarono il primo centro a Niterói, Rio de Janeiro. È considerata una religione veramente brasiliana.


Obiettivo: come lo spiritismo, l'obiettivo è raggiungere il massimo grado di evoluzione spirituale. Crede nella reincarnazione. Unisce elementi di cattolicesimo, spiritismo, religioni afro-brasiliane e anche il culto praticato dagli indigeni, segue il principio di fraternità e carità secondo le leggi della natura e il piano spirituale. È anche noto come linea bianca, magia bianca o Umbanda pura. Vi è consenso sul fatto che esiste un Dio supremo e Gesù appare come una divinità da adorare sotto il nome di Oxala, ma adorano anche gli Orixà.


Rituali: a differenza del Candomblé, non eseguono rituali con animali, preferendo l'uso di strumenti come pipe, gonne, candele, pietre, cristalli, bagni, fumi, erbe, collane, bevande e tabacchi nell'uso minimo, al fine di dissipare le energie negative. . I medi indossano solo abiti bianchi. Le sessioni iniziano la sera presto e non superano la mezzanotte. La maggior parte delle case tradizionali non usa tamburo, solo angoli o battimani per tenere il passo.


Pratica religiosa: le pratiche consistono in azioni positive secondo l'etica e la morale, ma è possibile, tuttavia, richiedere una sorta di "giustizia spirituale". Le sessioni sono pubbliche. Gli Orixas sono venerati e c'è anche l'incorporazione di guide che rappresentano un'emanazione di ogni Orixá. Queste guide a volte si comportano come bambini, vecchi neri, indigeni e manifestano persino vizi acquisiti nelle ultime reincarnazioni, come il fumo. Oggi la maggior parte ha fatto ricorso alla vasta letteratura kardecista per ulteriori chiarimenti sul mondo degli spiriti.



Quimbanda

Origine: religione afro-brasiliana emersa nel Rio Grande do Sul dalla metà degli anni 1960. È spesso confusa con Kiumbanda (o Quiumbanda), che è la pratica di lavorare spiritualmente con kiumbas. [1] È una setta religiosa formata da spiriti in evoluzione, in cui il concetto di bene e di male sono condizioni necessarie per l'apprendimento delle entità.


Obiettivo: attraverso il culto dell'Esus, mirano a rispondere rapidamente e immediatamente ai loro desideri. Gli Exus sono considerati interlocutori tra uomini e divinità e di solito sono spiriti che vibrano nei boschi, nei cimiteri e negli incroci. Per questo motivo, sono conosciuti come gente di strada. Normalmente, il culto prevede l'uso di energie più selvagge, considerate ottime per rafforzare l'attacco e la difesa, chiamate Eguns. Beelzebub e Lucifero rappresentano gli spiriti più forti di questo tipo di energia.


Rituali: possono variare dal luogo di culto ai fedeli, di solito richiedono sacrifici di animali. L'abbigliamento varia, in quanto vi sono coloro che eseguono rituali senza camicia per un contatto più puro con l'antenato e la terra, altri che indossano solo abiti neri o rossi e quelli che indossano colori preponderanti, sempre con il presenza di colore nero, molti oggetti di scena e gioielli. I colori del tempio sono generalmente scuri e usano strumenti come pipe, collane, preferibilmente colorati e un po 'neri, bevande e tabacco in grandi quantità. Le sessioni passano oltre la mezzanotte e possono continuare all'alba.


Pratica religiosa: fai eticamente e non eticamente contemporaneamente, a seconda della necessità di assistenza. A differenza di Umbanda, non si studia la dottrina spiritista, né la frequente presenza di guide, come caboclos o vecchi neri, che raramente partecipano ai servizi. Questa volta, sebbene il Quimbanda non abbia guide spirituali, la loro partecipazione alle sessioni non è esclusa.



Spiritismo

Origine: la dottrina emerse in Francia nel diciannovesimo secolo, essendo la prima opera spiritista pubblicata nell'aprile 1857. I suoi insegnamenti furono portati dagli spiriti e organizzati da Allan Kardec, nel cosiddetto Pentateuco di Kardequian: The Spirits 'Book, The Mediums' Books, The Vangelo secondo Spiritismo, Paradiso, Inferno e Genesi.


Obiettivo: siamo tutti spiriti eterni, creati semplici e ignoranti, cioè, senza conoscenza, destinati alla relativa perfezione. Si basa sulla reincarnazione, che consente allo Spirito di migliorare progressivamente. In questo modo possiamo seguire la via del bene o del male, a seconda del nostro libero arbitrio, ma un giorno saremo tutti spiriti puri, perfetti e felici.


Rituali: lo spiritismo non ha dogmi, rituali, abiti speciali, calice con vino o alcool, incenso, fumo, altari, immagini, candele, opere spirituali, talismani, sacrificio di animali, chiromanzia, chiromanzia, astrologia, pagamento di promesse, ordini ecc. ., nessuna attività di questo pregiudizio si trova nelle case degli spiritisti.



Pratica religiosa: vivere la legge dell'amore e della carità, amare Dio sopra ogni cosa e confinarsi come se stessi. La sessione medianica è privata, senza alcun rituale, in cui viene fornita assistenza agli spiriti bisognosi, attraverso l'accoglienza, la protezione e la guida di questi cuori, essendo integrati da operai, medium, che possiedono conoscenze spiritiche e condotta morale compatibili con il vangelo di Gesù. , il nostro maestro e guida. Porta anche un apprendimento importante per il team incarnato.

    

[1] Wikipedia. Quimbanda. Disponibile a: <https://bit.ly/2BR906V>. Consultato il: 11 giugno. 2018.

2020 © Todos direitos reservados Conhecendo o Espiritismo